Le luci degli aerei

Una volta si chiamava “posa fissa” ed era indicato da un B sulla macchina fotografica (e qualcuno si ricorda cosa voleva dire invece la T su alcune macchine fotografiche?). La tecnica comunque è quella. Pete Mauney la applica alle luci degli aerei in avvicinamento ad un aeroporto. Immagini inusuali. Altre foto della serie le trovate qui.

 

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

3 commenti

  1. Certo, ricordo perfettamente l’uso della B e della T sulla ghiera per la selezione del tempo di esposizione. Impostando B, l’otturatore resta aperto fino a quando non si rilascia il pulsante di scatto, con T invece bisogna premere il pulsante due volte, la prima per aprire, la seconda per chiudere l’otturatore.
    Ho consumato chilometri di pellicola, ai miei tempi 🙂

    Piace a 1 persona

  2. Secondo me siamo rimasti in pochi ad avere usato lo scatto T…
    🙂

    Piace a 1 persona

  3. Ne sono più che certo 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

  • Concetti base

  • Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti a questo blog e ricevere i nuovi post tramite email.

    Segui assieme ad altri 1.042 follower

  • Archivi

  • Più letti di recente

  • Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: