La storia di una famiglia in un unico piano sequenza

Dall’Olanda un corto, senza parole, solo con suoni ambientali, che racconta la storia di una famiglia nel corso di venti anni, in un’unica stanza e in un unico piano sequenza. Se vi interessa capire come è stato fatto c’è anche il “making of” qui.

Annunci

Slow motion, piano sequenza, all’indietro. Amore

(Era uscito il giorno di San Valentino ma me lo ero perso, lo recupero ora). Slow motion, piano sequenza, in reverse. Tanta CGI ovviamente. Il tema è l’amore ovviamente. Ma non è banale. Estremamente curato. Bello.

Una vita in un vinile

Una vita in un vinile, piccolo corto superpremiato (compresa una nomination agli Oscar).

Questione di copertina

Ancora un video della serie “mute”. Si tratta di corti che rispettano tre semplici regole: durano due minuti, non ci sono movimenti di camera e non c’è dialogo (qui avevo pubblicato un altro video di questa serie). Con regole così rigide ci vuole molta fantasia per strappare un sorriso. Trovate qui la serie completa: http://www.muteseries.com/.

Una storia d’amore breve ma intensa

Piccolo corto. Una storia d’amore breve ma intensa.

Alla fine della strada

Splendido piano sequenza fatto con un drone. A parte la perizia tecnica un corto molto bello anche se un po’ inquietante. Dopo averlo visto guardate il “making of” qui.

Realtà aumentata

Partendo da “Pokemon go”. Piccolo corto di fantascienza, o quasi.

Una storia, un unico punto di vista

Narrativamente interessante. La storia di un rapporto particolare raccontata da un unico punto di vista.

La notte che cadde la luna

Sono stato combattuto se postare o meno questo piccolo corto di animazione. Però è ben fatto. E bisogna guardarlo fino in fondo …

Il buco nero

“Il buco nero”, un piccolo corto di fantascienza. Semplice ma carino.

  • Concetti base

  • Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti a questo blog e ricevere i nuovi post tramite email.

    Segui assieme ad altri 1.400 follower

  • Archivi

  • Più letti di recente

  • Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: